Negozio di arcieria specializzato nel tiro con l'arco dal 1979. Per i tuoi acquisti di Arco e Frecce, Accessori e Bersagli per il Tiro vieni a trovarci ai confini di Bassano del Grappa, Vicenza oppure ordina ON-LINE e ricevi rapidamente a casa tua.

Prodotti 0 Totale € 0,00 
 

9 Errori frequenti per i tiratori Compound!

mercoledì 28 marzo 2018

PhotoCredit WorldArchery.org

 

9 Errori frequenti per i tiratori Compound!

 

Con Martin Damsbo, Braden Gellenthien, Sebastien Peineau,  Mariya Shkolna, Tanja Jensen, Sergio Pagni, Sara Lopez, Seppieh Cilliers, Natalia Avdeeva, Reo Wilde e Stephan Hansen.

  1. Martin Damsbo e Braden Gellenthien (Vincitore della Finale 2017 World Cup Outdoor a Roma) ci parlano dell'importanza del mantenimento del braccio che sorregge l'arco durante la fase di rilascio e ci spiegano il perché:

“Moltissimi arcieri sono convinti di poter gestire il tiro nella maniera migliore forzando l’azione, spesso combattiamo per voler mettere la freccia al centro, ma ostinandoci in questo modo possiamo cadere in errore.”

In realtà il nostro tiro deve avvenire nella maniera più semplice e fluida possibile.”

La cosa migliore in queste situazioni è fermarsi e riiniziare l’azione con un approccio positivo.

  1. Il secondo consiglio di questo articolo ci arriva da Sebastien Peineau (attuale campione del mondo outdoor), ci parla della mira, aspetto a dir poco fondamentale ma che ogni tanto può presentare qualche difficoltà!

Noi Arcieri Compound riusciamo ad essere molto stabili ma se ci focalizziamo solamente sulla mira e non sull’azione del tiro, possiamo incorrere in certi errori. Io ad esempio, spingo sulla grip e continuo a dare tensione con la schiena.”

La fase finale dell’azione è parte fondamentale del tiro e qui Mariya Shkolna e Tanja Jensen ci dicono cosa ne pensano loro a riguardo.

“Ogni tanto dimentico di dover puntare un po’ di più il braccio dell’arco verso il dieci fino a fine azione, perciò state attenti perché il tiro non finisce al momento del rilascio”

  1. Sganci meccanici ce sono davvero tanti e Sergio Pagni ne parla a riguardo… Ecco qui le sue parole soprattutto sul set up di questi!

“Moltissimi arcieri compiono il set up dei propri sganci o rilasci meccanici anche a casa quando non tirano. Il giorno seguente decidono di andare al campo a provare lo sgancio modificato e qui nascono gli imprevisti come l’apertura dello sgancio durante la fase di trazione. Aprendosi all'improvviso può capitare ci si colpisca il naso! Quindi FATE ATTENZIONE!

  1. Ora parliamo di approccio mentale con la pluri Campionessa del Mondo Sara Lopez. Qui un breve pezzo di una sua intervista:

L’errore di molti atleti è quello di focalizzarsi sui nove tirati e non sui 10 colpiti! Anche se nella volee appena conclusa vediamo 5 dieci ed un nove, troppi arcieri guardano solo il 9 e non i 5 dieci!

Questo aspetto oltre che essere tipico degli arcieri ogni tanto è incentivato anche dagli allenatori…”

  1. Seppieh Cilliers dal Sud Africa ci parla di attrezzatura per il tiro con l'arco:

“Per ottenere i migliori risultati dobbiamo utilizzare l’attrezzatura che più ci da fiducia e dopo l’allenamento sia mentale che del gesto, la cura dei materiali può fare la differenza.”

  1. L’Allungo dell'Arco Compound:

Ascoltiamo le parole di una leggenda come Reo Wilde:

“Una delle cose più importanti per un Arciere è avere l’allungo più adatto per se, perché questo elemento incide nella gestione del mirato e anche nell’azione di tiro.”

  1. Schiacciare, pigiare, premere… Non più lo stesso rilascio con Stephan Hansen:

“ Se inizi a "schiacciare" il trigger o pulsante dello sgancio, finisci in un vortice davvero grande e non vedere i risultati ambiti può diventare immediato.  Da quando ho smesso di "premere", il mio tiro appare migliore e non perdo più il braccio dell’arco riuscendo ad essere più ripetitivo.

Inizialmente premevo il pulsante del pollice con intensità, non sapendo però cosa significava tirare perfettamente. Ho combattuto tutto ciò tirando Back Tension ed ho visto dei miglioramenti notevoli.

 

(9) e ultimo punto, La Russa Natalia Avdeeva ci spiega i suoi pensieri durante il tiro: “Se nell'attimo del rilascio hai altri pensieri, sopratutto negativi, il tuo tiro non potrà mai essere efficace e non puoi avere una buona sensazione sull’azione tiro.”

 

 

Se conoscete l'Inglese, potete trovare l'articolo in lingua originale sul sito World Archery !



Menu di sezione:



SHOP BY BRANDS

Dissegna Sports Distribution srl - via Papa Giovanni Paolo II°, 52/53 - 36022 S. Giuseppe di Cassola (VI) - Tel.: 0424/34545 - P.Iva: 03584300242 - Powered by Mall4Net - www.filepoint.it